Ecco come fare la doccia nel modo giusto

La doccia, a volte è un momento super rilassante per “lavare via” tutto lo stress di una lunga giornata, a volte è una toccata e fuga di 5 minuti prima di uscire la mattina.

Ci sono molti modi in cui puoi fare la doccia, ma ci sono poche e semplici regole per ottenere tutti i vantaggi beauty possibili per pelle e capelli.

Quando fare la doccia: al mattino o alla sera?

Se lavare i capelli la sera potrebbe non essere una buona idea, per la doccia non vale la stessa regola e il momento migliore è quello che preferisci tu. Ma, c’è un ma. Se hai la pelle particolarmente grassa, la doccia al mattino potrebbe essere un’ottima opzione, perché consente una pulizia più profonda dal sebo che si accumula durante la notte.

Quanto spesso fare la doccia?

Potrà anche farti orrore, ma farsi la doccia tutti i giorni non è strettamente necessario. A dirlo sono due dermatologi americani: docce troppo frequenti e calde potrebbero fare più male che bene alla tua pelle. La frequenza ottimale? Ogni due o tre giorni! Ok, ok ogni due o tre giorni (se ce la facciamo…), ma almeno facendola nel modo giusto! Ecco come:

1. Spazzola i capelli prima di entrare in doccia

Districare i nodi quando i capelli sono ancora asciutti è fondamentale, perché i capelli bagnati sono più fragili e potrebbero spezzarsi più facilmente.

2. Sciacquati a fondo

Ma come? Sciacquare prima di aver messo lo shampoo? Sì, lasciar scorrere l’acqua (tiepida) sulla tua chioma per almeno 10 secondi aiuta a lavare via lo sporco e ad aprire le fibre per prepararla a tutti i trattamenti.

3. Insapona a dovere

Distribuisci lo shampoo su tutta la cute e su tutte le lunghezze. Ricordati di non frizionare troppo forte le punte, che sono la parte più fragile, e concentrati invece sulle radici (sempre delicatamente). Un’insaponata eseguita a dovere dovrebbe rubarti circa 50-60 secondi, dopodiché via al risciacquo!

4. Balsamo super veloce

Contrariamente a quanto (tutte) pensiamo, il balsamo richiede meno tempo dello shampoo. Dopo aver strizzato via dai capelli l’acqua in eccesso, distribuisci una noce di prodotto solo sulle punte e, se non si tratta di una maschera riparatrice, basteranno pochi secondi prima di risciacquare.

5. Occupati del tuo corpo

Dopo aver pensato ai capelli, puoi passare al tuo corpo. Qui le indicazioni sono semplici: butta nel cestino spugne e spugnette (ricettacoli di batteri) e usa le mani. Inoltre, preferisci detergenti delicati e rispettosi della pelle. Ma perché lavare il corpo dopo i capelli? La ragione è molto semplice: i residui di shampoo e sopratutto di balsamo possono occludere i pori (in particolare sulla schiena), causando odiosi brufoletti. Per questo la regola d’oro è quella di lavare i capelli per primi.

6. Sul filo del rasoio

Se ti depili con il rasoio, la doccia è il momento giusto. Fai uno scrub prima di depilarti, nel caso di peli sotto pelle. Utilizza sempre una testina nuova (se usi la stessa da un anno forse è il momento di cambiarla) e, cosa fondamentale, non tenere il rasoio dentro la doccia, ma dopo averlo utilizzato e sciacquato, riponilo nell’armadietto o nel cassetto del bagno.

7. Mettici la faccia

Infine è il momento del viso. Il vapore avrà aperto tutti i pori, consentendo una pulizia più profonda e delicata. Quando detergi il viso ricordati di abbassare un po’ la temperatura dell’acqua, per rispettare la pelle. In più, l’acqua più fresca chiuderà anche le cuticole dei capelli per lasciarli lucenti.

Fonte: www.cosmopolitan.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *